Newsletter 263 -

Newsletter 263 -17/09/2021

Fondo concorsi di progettazione dei Comuni - Piattaforma e supporto gratuito

Il decreto-legge 121/2021, cd. Decreto Infrastrutture, in vigore dall'11 settembre, istituisce il “Fondo concorsi progettazione e idee per la coesione territoriale” di 120 milioni di euro, per consentire a Comuni e Unioni sotto i 30mila abitanti del Sud e delle Aree Interne di dotarsi di progettazioni “qualificate” per partecipare ai bandi finanziati con le risorse del Pnrr, del FSC, dei fondi strutturali. La finalità del fondo è mettere a disposizione dei Comuni le risorse necessarie per indire concorsi ai quali invitare ingegneri, architetti o progettisti per acquisire progetti di riqualificazione urbanistica e di innovazione sociale. A tal fine, ASMEL rende disponibile gratuitamente per i propri Comuni associati:

-  Piattaforma per l’esecuzione dei concorsi di progettazione e idee ai sensi del CAPO IV del Codice dei contratti;

-  Albo dei commissari qualificato per la composizione delle commissioni di valutazione;

-  Gestione telematica delle Commissioni e Sedute pubbliche;

-  Modelli di bandi con aggiornamento automatico ai “bandi tipo” previsti all’art.12, comma 10, del DL 121/2021.

-  Supporto tecnico per i concorsi in cui è prevista l’acquisizione di proposte formulate con la metodologia BIM (Building Information Modeling) con ambiente di condivisione dei dati (ACDat) e capitolati informativi conformi alle Linee Guida Mims del 31/8/21, in collaborazione con il Politecnico di Milano.

Per chiarimenti e supporto scrivere a fondipa@asmel.eu.

Newsletter 263 -30/07/2021

Il fabbisogno del personale è compito dei Segretari: in caso di negligenza scattano le sanzioni - Webinar con schema di regolamento a cura di A. Bianco il 13 settembre

Il fabbisogno del personale rientra nelle responsabilità del Segretario Generale. Con il parere 4307 dell’ARAN in risposta a un quesito sull’immediata operatività o meno delle previsioni dettate dall’articolo 101 del contratto nazionale del 17 dicembre 2020 la stessa ha precisato che, in assenza della figura del direttore generale, l’assegnazione di questi compiti ai segretari costituisce l’esemplificazione di compiti che, sulla base del D.lgs 267/2000, costituiscono una conseguenza “automatica” dell’assunzione delle funzioni di segretario. Non è quindi necessario che tale previsione sia disciplinata nel Regolamento comunale, comportando da subito tale responsabilità in capo al segretario che quindi avrà il dovere di provvedere in tale senso vedendosi riconosciuta l’assegnazione di una responsabilità di risultato. In mancanza si applicano a suo carico anche le relative sanzioni. Il parere infatti evidenzia il rilievo che assume il riconoscimento da parte del contratto del fatto che ai segretari spettano, come diretta conseguenza del proprio ruolo, questi compiti di sovrintendenza e coordinamento. L’importanza di questo aspetto è sottolineata dalla scelta di prevedere la maturazione delle condizioni per la revoca anticipata per violazione dei doveri di ufficio per il mancato o negligente svolgimento dei compiti. Nell’ambito del webinar a cura di A. Bianco “Il piano dei fabbisogni di personale degli enti locali - Programmare le assunzioni, monitorando le entrate” del prossimo 13 settembre, si tratterà anche dell’apposito schema di regolamento per sollevare il segretario comunale dai suddetti aggravi di responsabilità.

 

Newsletter 263 -30/07/2021

Salvaguardia confermata al 31 luglio: per tanti Comuni c’è il doppio adempimento

Resta al 31 luglio il termine per l’approvazione della salvaguardia degli equilibri di bilancio 2021/23 degli enti locali. La verifica è obbligatoria per tutti gli enti, compresi quelli che approveranno il bilancio di previsione a fine luglio, ai quali sarà chiesto di effettuare contestualmente la salvaguardia. Dopo le proroghe del 2020, da quest'anno torna in vigore il calendario ordinario, per cui oltre alla salvaguardia sono da approvare entro il 31 luglio l’assestamento di bilancio e il Dup 2022/24. È questo un adempimento fondamentale in quanto se i dati contabili dell’Ente fanno prevedere un disavanzo per squilibrio di competenza, di cassa o dei residui, il Consiglio comunale deve adottare subito le misure necessarie a ripristinare il pareggio, riconoscendo e finanziando i debiti fuori bilancio. Per le entrate occorre tener conto delle assegnazioni dei fondi 2021 per l’emergenza sanitaria già pubblicate dal ministero dell’Interno (Tari utenze non domestiche, solidarietà alimentare, centri estivi, Imu turistica, imposta di soggiorno). Se la verifica degli equilibri generali dà esito negativo, il consiglio deve utilizzate per l’anno in corso e per i due successivi le possibili economie di spesa e tutte le entrate, a eccezione di quelle provenienti dall’assunzione di prestiti e di quelle con specifico vincolo di destinazione, e i proventi da alienazione di e da altre entrate in c/capitale con riferimento a squilibri di parte capitale. Sulla delibera di salvaguardia degli equilibri di bilancio deve essere acquisito il parere dei revisori, che va rilasciato anche nell’ipotesi di bilancio in equilibrio. La delibera poi va allegata al rendiconto per l’esercizio nel quale è stata adottata.

Newsletter 263 -30/07/2021

PNRR: gli emendamenti al DL 77 portano novità per il personale della PA

Stop ai “rientri” del personale fino al 31 dicembre 2026.  Una delle novità più importanti in fatto di pubblico impiego presenti negli emendamenti al Dl 77/2021 approvati in commissioni Affari costituzionali e Ambiente della Camera prevede il blocco del rientro nell’amministrazione statale di appartenenza del personale che a qualunque titolo (per esempio distacco, comando eccetera) lavora oggi presso una Pa titolare di uno dei progetti del Pnrr. La misura che sarà contenuta nella legge di conversione del decreto Recovery è volta ad assicurare la «continuità dell’azione amministrativa». Altre novità riguardano i concorsi rivolti all’acquisizione nella PA di alte professionalità dopo l’esito improduttivo dei precedenti concorsi del programma di Coesione, come pure l’accelerazione per «avviare tempestivamente le procedure di monitoraggio degli interventi del Pnrr» con 50 assunzioni per «personale non dirigenziale di alta professionalità» da inquadrare al Tesoro e alle Finanze. Le 50 posizioni, che potranno essere ricoperte pescando dalle graduatorie in vigore e senza prima effettuare le procedure di mobilità interna altrimenti obbligatorie, saranno però a tempo indeterminato, e supereranno quindi l’orizzonte temporale del Recovery. Nessun incarico retribuito invece ai pensionati: è saltato infatti in extremis il relativo emendamento.

Newsletter 263 -30/07/2021

Emergenza Covid: ai Comuni 2,698 miliardi di euro

Pioggia di ristori ai Comuni per coprire le minori entrate dovute all’emergenza Covid. Alle risorse appena distribuite per 1,28 miliardi vanno aggiunti infatti anche altri 1,348 miliardi non spesi nel 2020. Il “fondone 2021” copre così tutte le minori entrate, compresa l’addizionale Irpef, al netto delle minori spese per contratti di servizio e per riduzioni del Fondo crediti di dubbia esigibilità. Assegnate anche maggiori risorse a copertura del saldo certificato con segno negativo; mentre agli enti con saldo positivo è attribuita solo l’eventuale differenza fra avanzi 2020 e fabbisogni 2021. Nella determinazione dei criteri di riparto si è assicurato a ciascun Comune una quota pari ad almeno 2 euro per abitante come emerge dalla tabella in cui compaiono tutti i Comuni italiani, compresi i sei Comuni che non hanno inviato i modelli Covid-19 e Certif-19 entro la data utilizzata per il riparto del saldo (29 giugno).

Newsletter 263 -30/07/2021

Concorsi, se manca il timbro la prova è da rifare

Con sentenza n. 647/2021, il Tar Genova ha chiarito che la normativa sull'accesso agli impieghi nella P.a. dispone che gli elaborati concorsuali devono essere scritti esclusivamente su carta contenente il timbro d'ufficio e la firma di un componente della commissione esaminatrice. L'uso di carta diversa comporta la nullità della prova. Si tratta di un adempimento formale che però presidia un interesse pubblico molto rilevante: la garanzia di autenticità del prodotto intellettuale del concorrente, evitando il rischio che questi possa introdurre in sede di concorso e consegnare come originali fogli già predisposti in tutto o in parte all'esterno dell'aula d'esame.  Secondo il Tar tale passaggio burocratico è imprescindibile ai fini della stessa validità della prova; e ciò è "certificato" dalla natura stessa della sanzione nel caso di sua violazione.

Qui sentenza Tar Genova n. 647 del 9/7/2021

Newsletter 263 -30/07/2021

FONDI PNRR PER RIQUALIFICAZIONE URBANA - SUPPORTO E PIATTAFORMA GRATUITI DA ASMEL E POLITECNICO MILANO - Sindaco di Lauria (PZ): «Con ASMEL il Comune è all’avanguardia»

La Nota MIMS del 21/7 rende noto che sono ammessi al finanziamento 271 progetti di riqualificazione urbana per un valore di 3,2 miliardi a valere anche sul Fondo complementare al PNRR. Qui la Graduatoria dei progetti ammessi. Per garantire il rispetto dei vincoli di finanziamento, velocità e qualità progettuale e realizzativa, ASMEL e Politecnico di Milano rendono disponibile gratuitamente il supporto di Bim management e la piattaforma con ambiente di condivisione dei dati (ACDat) accessibile a tutti soggetti coinvolti: RUP, progettisti, preposti alle verifiche, operatori economici, ecc. Pertanto, tutti i Comuni soci/associandi possono applicare già la metodologia BIM, senza costi per dotazione di beni strumentali, redazione dei capitolati informativi, formazione tecnica e certificazione delle competenze BIM secondo la norma UNI 11337-7. «Il Comune di Lauria, grazie alla collaborazione con ASMEL, è all’avanguardia su diversi temi - in prospettiva futura - tra i quali i fondi PNRR per la riqualificazione urbana, contesto nel quale si inserisce perfettamente l’affidamento della progettazione della “scuola innovativa” con l’ausilio del BIM – spiega il sindaco Angelo Lamboglia –. La gara in questione riguarda la progettazione definitiva ed esecutiva per i lavori di realizzazione di una scuola secondaria di I° grado, nell’ambito del bando di concorso riguardante la costruzione di “scuole innovative”, predisposto dal MIUR e dall’INAIL, al quale il Comune di Lauria ha partecipato ed è risultato incluso nell’elenco dei 52 Enti Locali destinatari dell’intervento in argomento. La progettazione in BIM permette un'elevata integrazione tra fase progettuale e fase esecutiva. Pertanto, affidare la progettazione in BIM permette di garantire, rispetto al settore architettonico, una maggiore efficienza per la facilità di dialogo e di integrazione con gli strumenti informatici che riguardano il computo metrico, l’elaborazione di immagini fotorealistiche ed i dati catastali, consentendo di trasferire velocemente il progetto senza perdite qualitative e fornendo tutte le informazioni necessarie per la sua prosecuzione; analogamente, in campo impiantistico, può facilitare il dialogo e l’integrazione con gli strumenti informatici relativi al dimensionamento ed al posizionamento degli impianti, così come la modellazione ed il computo metrico; in ambito strutturale può comportare un drastico calo dei tempi di comunicazione tra pacchetti di modellazione e programmi di calcolo, la riduzione di possibili errori umani e la facilitazione della ricerca di soluzioni nuove o alternative».

Come ormai noto, il Decreto Mit n. 560 ha previsto una progressiva obbligatorietà del BIM e già le soglie del 2021/2022 per OO.PP. >15 e >5 mln lo rendono obbligatorio per quasi tutte le gare pubbliche, ora il Pnrr ha accelerato i tempi (art. 48, co. 6, del DL Semplificazioni 77/2021 e decreto attuativo MIMS). Pertanto, al fine di evitare impedimenti in fase di affidamento dei lavori, le progettazioni di Opere superiori alla soglia europea (5.350.000 euro) vanno eseguite applicando tale metodologia.

Per chiarimenti scrivere a bim@asmel.eu.

Qui Scheda di servizio

Newsletter 263 -30/07/2021

ASMELAB: CONCORSI ONLINE CON ANCORA NUOVE FUNZIONALITÀ - Servizio gratuito Comune di Agerola (NA): «Semplifica e velocizza il lavoro degli uffici»

Il servizio integrato di supporto e piattaforma per i concorsi digitali dei Comuni reso disponibile gratuitamente da Asmel sta consentendo a sempre più enti locali di dare attuazione alle procedure già bandite o da bandire in piena conformità alle nuove prescrizioni legislative, cd riforma Brunetta. Sono proprio gli oltre 6.000 utilizzatori che, oltre ad apprezzare velocità, semplicità e trasparenza della piattaforma - hanno richiesto nuove utili implementazioni, alla luce dell'esperienza maturata, per ottimizzare la gestione integrata delle diverse fasi delle procedure come la possibilità di integrare i bandi con PagoPA per il versamento della tassa di concorso, la personalizzazione della domanda in virtù di requisiti specifici richiesti dall'ente, l'indizione di concorsi aggregati, ecc.  «La piattaforma AsmeLab funziona benissimo – spiega il dott. Rocco Naclerio del Comune di Agerola –. L’abbiamo utilizzata per un concorso per quattro unità a tempo indeterminato al 50% e ha comportato certamente uno sgravio di lavoro per gli uffici comunali con conseguente semplificazione e velocizzazione, soprattutto per quanto riguarda l’invio delle candidature. Infatti AsmeLab le gestisce in automatico rendendo non più necessario generare tanti protocolli».

Ricordiamo che il servizio integrato si compone di:

Piattaforma Concorsi digitali AsmeLab per inserimento dei bandi, raccolta e gestione delle domande di partecipazione con autenticazione sicura dei candidati tramite SPID, invio di comunicazioni a mezzo PEC, pagamento della tassa di concorso tramite Pago PA, accesso alle graduatorie e ai risultati da parte del partecipante. Sulla piattaforma AsmeLab è possibile consultare i concorsi più recenti banditi dagli enti.

Sistema di videoconferenze con supporto da remoto per svolgimento delle prove orali da remoto e delle riunioni di commissioni e sottocommissioni.

Schemi di bando redatti a cura di A. Bianco, direttamente adattabili da parte di ciascun ente e aggiornati alla riforma Brunetta sui concorsi, L. n. 76/2021 di conversione del decreto-legge n. 44/21.

Raccolta di atti propedeutici e successivi al concorso, determina di indizione, regolamento concorsi, convocazione candidati, criteri di valutazione dei titoli, ecc.

Ciclo di webinar e risposte a quesiti a cura di A. Bianco. Qui videoregistrazione webinar Possibilità assunzionali e nuove procedure di svolgimento dei concorsi pubblici - Tutte le novità della riforma Brunetta e DL. Reclutamento.

Percorsi formativi di preparazione ai concorsi ​, a cura di esperti del settore e dipendenti e consulenti di amministrazione locali.

Infine, è possibile richiedere servizi personalizzati tra cui progettazione e gestione delle prove scritte in presenza con strumenti informatici e da remoto. Per informazioni scrivere a asmelab@asmel.eu
o chiamare il Numero Verde 800.16.56.54 (interno 3).

Qui richiesta attivazione gratuita

Newsletter 263 -30/07/2021

SOLIDARIETÀ ALIMENTARE: ESTENSIONE AD AFFITTI E UTENZE - Card ASMEL gratuite per servizi socio-assistenziali - Comune di Villamassargia (SU): «Strumento vantaggioso per Comune e cittadini»

Per consentire ai Comuni l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare e di sostegno alle famiglie in stato di bisogno per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze è stato assegnato al ministero dell’Interno un fondo per l’anno 2021 di 500 milioni (emendamento al Dl Sostegni-bis, art. 53 del Dl 73/2021), ampliando quindi le finalità del fondo originariamente istituito per la sola solidarietà alimentare.

I Comuni potranno utilizzare tali risorse in maniera più ampia al fine di soddisfare le esigenze segnalate dall’ufficio dei servizi sociali individuando i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica e tra quelli in stato di bisogno con priorità per quei soggetti che non siano già assegnatari di sostegno pubblico.

A tal fine, Asmel ha già attivato un’apposita Convenzione con SIA-Società interbancaria SpA, utilizzata da centinaia di Comuni, relativa al servizio telematico con Carta gratuita, utilizzabile oltre che per finalità di solidarietà alimentare, anche per il pagamento di canoni di locazione e per ogni altra tipologia di contributo erogato nell'ambito dei servizi socio assistenziali.

Il Comune in questo modo fornisce ai cittadini veri e propri buoni spesa elettronici con un costo di commissione pari all'1% e grazie alla gestione telematica dei flussi, consente di superare i problemi di matrici, numerazioni e sottoscrizioni posti dal tradizionale sistema cartaceo. «Ci siamo trovati benissimo – spiega la dott.ssa Denise Orrù, assistente sociale del Comune di Villamassargia (SU) – con un’ottima comunicazione e assistenza da parte di ASMEL i cui referenti sono stati sempre precisi e puntuali. Rispetto ai buoni alimentari cartacei, le card consentono una maggiore velocità di erogazione grazie al lavoro notevolmente facilitato per gli uffici comunali, una maggiore privacy per gli utenti che usufruiscono degli aiuti alimentari, più semplicità per i negozianti. Inoltre, qualora dovessero avanzare dei soldi dal fondo comunale, sarà possibile ridistribuirli ai soggetti beneficiari ricaricando direttamente le loro card».

Ecco le attività comprese nel servizio:

Ricezione elenco beneficiari ed esercenti e incrocio dati;

Spedizione Carta con Stemma del Comune associato entro una settimana dalla trasmissione dell'elenco dei beneficiari.

Rilascio APP di lettura del QR code presente sulla Carta e supporto per gli esercenti convenzionati;

Rendicontazione delle operazioni autorizzate raggruppandole per subtotali di ogni esercente da inviare all'Amministrazione.

Il costo delle Card, fissato in 1€ cad., è assolto da ASMEL Consortile per i propri Soci operativi.

Le richieste da inviare a posta@asmel.eu saranno accolte secondo l'ordine cronologico di arrivo, fino ad esaurimento delle Card gratuite disponibili da convenzione.

Newsletter 263 -29/07/2021

Avvalimento/2: Corrispettivo

Non è automaticamente invalido il contratto di avvalimento che non riporti la clausola relativa al corrispettivo previsto in favore della ausiliaria: «il negozio manterrà infatti intatta la sua efficacia ove dal testo contrattuale sia comunque possibile individuare l’interesse – di carattere direttamente o indirettamente patrimoniale – che ha indotto l’ausiliaria medesima ad assumere, senza corrispettivo, gli obblighi derivanti dal contratto di avvalimento e le connesse responsabilità. Dal tenore dell’accordo deve dunque potersi desumere l’interesse patrimoniale, che può avere carattere diretto (cioè consistere in un’utilità immediata) o anche solo indiretto, purché effettivo».

Qui Sentenza Tar Campania n. 39316 del 10/06/2021

Titolo

torna all'inizio del contenuto