I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo. Informazioni
HOME

Tutti contro il d.lgs. 50/2016: va riformato per frenare la corruzione riducendo i poteri di ANAC!
"Riformare" la "riforma" degli appalti, rafforzando la lotta alla corruzione senza appesantire le procedure amministrative e rilanciando gli investimenti pubblici attraverso la riduzione del ruolo di ANAC. Questo l’annuncio del Governo, o almeno questa è l’interpretazione giornalistica sulle sue reali intenzioni, dopo la delusione sui risultati del lavoro di ANAC manifestata nel discorso di investitura dal premier Conte. Che, come noto, ha poi telefonato a Cantone dichiarando che nessuno nel Governo pensa a ridurre il ruolo di ANAC.
Cantone ha reagito in modo inappuntabile ricordando a tutti che il proprio mandato scade nel 2020. E che, fino a prova contraria, eventuali modifiche del Codice sono nella disponibilità e responsabilità esclusiva di Governo e Parlamento.
Il Governo ha così istituito una “task force” con lo scopo di predisporre “chirurgiche” azioni di semplificazione di un Codice che, a oltre due anni di distanza dal varo, attende ancora 30 decreti attuativi per diventare pienamente operativo. E che certamente ha tradito l’annunciata promessa di semplificazione, visto che, una volta completata la stesura dei decreti, conterrà un numero di parole pari al 251% di quelle contenute nel Codice (e nel Regolamento) previgente.
Nella task force è stata chiamata a far parte anche ANAC, che ha puntualmente accettato.
Una scelta masochistica per un’Autorità indipendente, e come tale cosa ben diversa da un’articolazione governativa o da una struttura di consulenza dell’esecutivo. Il quale ha tutto l’interesse a coinvolgerla e anzi a rimarcarne la collaborazione perché nessuno osi mettere in discussione il proprio impegno nella lotta nella lotta alla corruzione. Se poi le misure predisposte dovessero dimostrarsi inefficaci, avrà sempre uno scudo dietro cui ripararsi. Oppure una struttura verso cui manifestare delusione per l’inefficacia dei risultati conseguiti.
L’autorevolezza di ANAC, come quella di tutte le Autorità indipendenti, è inversamente proporzionale al livello di coinvolgimento nella materiale stesura della normativa di settore. Sulla base della quale saranno chiamate a svolgere il proprio ruolo di indirizzo, di vigilanza e garanzia, anche attraverso la “soft law”.
La separazione dei poteri è una regola fondamentale in ogni sistema democratico. A maggior ragione in quello italiano caratterizzato da una bulimia regolatoria senza freni, in particolare nel settore degli appalti, che mette in discussione l’autorevolezza di ANAC relegandola di fatto nel ruolo di (improbabile) interprete di una normativa tanto “intorcinata”.


A settembre il Tour Appalti torna a far tappa a Monreale (PA) e Potenza (PZ)
Il Tour formativo itinerante promosso da ASMEL ritorna a settembre il 18 in Sicilia a MONREALE (PA) e il 28 in Basilicata a POTENZA (PZ). Tante le novità per l’aggiornamento di segretari, tecnici, funzionari e amministratori locali sulla riforma appalti in continua evoluzione a cominciare dall’obbligo del prossimo 18 ottobre di svolgere le procedure di affidamento esclusivamente in modalità telematica. Come noto a partire da questa data tutte le offerte pervenute in forma cartacea saranno ritenute illegittime! Di qui la necessità di conoscere nel dettaglio le modalità organizzative e le soluzioni operative disponibili per tutti i Comuni italiani già ampiamente rodate nella rete Asmecomm. Ricordiamo che per i Comuni che nei prossimi mesi volessero candidarsi ad ospitare un evento formativo è possibile segnalare la propria disponibilità all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Qui locandina di Monreale
Qui locandina di Potenza


Impennata record delle gare ASMECOMM nel 2018: + 230%. Sempre più Comuni chiedono il RUP alla Centrale
Nel primo semestre 2018 Asmecomm ha pubblicato gare per un importo complessivo di 341.632.000 euro, pari al 230% del valore delle gare pubblicate nel semestre precedente (148.290 euro). Si afferma anche la scelta di affidare la gestione della fase di gara a un RUP della Centrale, la figura del RUPPDA (acronimo che sta per RUP del sub-Procedimento di Affidamento) che, alla luce delle indicazioni dell'art. 31 del Codice dei contratti e delle Linee Guida ANAC n. 3, assume l'integrale responsabilità della procedura di gara. Secondo questa modalità operativa, il RUP dell'Amministrazione socia trasmette la "scheda di dettaglio della procedura di affidamento" contenente gli elementi essenziali della procedura di affidamento richiesta e i criteri di selezione degli operatori economici e delle offerte. È questa la scelta fatta da ultimo dal Comune di Melfi che, per la gara di appalto per il servizio di raccolta trasporto e smaltimento rifiuti urbani, oltre 21 milioni di euro, ha delegato alla Centrale di Committenza l'intera gestione delle fasi di gara, ad esito della quale procederà alla sottoscrizione del contratto con la ditta aggiudicataria.


Tour Appalti a PIEVE EMANUELE (MI) con Battista BOSETTI
L'ultima tappa prima delle vacanze estive per il Tour appalti è quella di Pieve Emanuele (MI) il 10 Luglio con il Question time a cura di B. Bosetti. Il Tour formativo promosso da ASMEL esamina le principali novità negli affidamenti dei contratti pubblici, sia sopra che sotto soglia, introdotte dal d.lgs. n. 56/2017 (c.d. correttivo), dai numerosi provvedimenti attuativi emanati dall'ANAC e dal Ministero delle Infrastrutture e dai nuovi Bandi-tipo elaborati dall'ANAC. Di qui la necessità per segretari, tecnici, funzionari e amministratori locali di un aggiornamento sulla corretta gestione delle diverse fasi dell'appalto anche sotto il profilo della responsabilità erariale, alla luce della giurisprudenza amministrativa e contabile più recente. Per i Comuni che nei prossimi mesi volessero candidarsi ad ospitare un evento formativo è possibile segnalare la propria disponibilità all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Qui locandina di Pieve Emanuele 


Offerta Telematica: la svolta per l'innovazione negli appalti
Il 18 ottobre 2018 si conferma una data di svolta per gli appalti pubblici: entra in vigore l'obbligo dell'offerta telematica per tutte le procedure e del DGUE digitale. Il termine, è tassativo, derivando direttamente dalle prescrizioni inserite dal Legislatore europeo all'interno della Direttiva 2014/24/UE. Se ne è parlato diffusamente nell'ambito del Convegno "Innovazione e Legalità" promosso da Asmel Consortile il 25 giugno u.s. Ad illustrare le opportunità del nuovo scenario è stato anche Antonio Bertelli, capo di gabinetto del Sindaco Nogarin al Comune di Livorno e membro del tavolo tecnico del Governo per la semplificazione e l'innovazione. Come ha spiegato Bertelli alla platea dei 470 amministratori e funzionari intervenuti questa svolta può rappresentare un'opportunità per il sistema degli appalti pubblici italiani, in particolari per i Comuni che, anche grazie ad una realtà come quella di ASMECOMM, possono affrontare le nuove procedure di gara confidando in un'esperienza maturata ormai da oltre 5 anni nel settore.
Qui l'intervento di Antonio Bertelli


Abolita la pubblicità "cartacea" dei bandi di gara?
Giro di vite in arrivo per l'obbligo di pubblicazione dei bandi sui giornali. A far sentire la sua voce, il Sottosegretario all'Editoria Senatore Vito Crimi che in un'intervista pubblicata dal quotidiano La Verità, dichiara di voler abolire l'obbligo di pubblicazione degli avvisi sui quotidiani. «Ad oggi - spiega il sottosegretario - infatti subito dopo l'aggiudicazione l'impresa deve rimborsare le spese di pubblicazione alla Pubblica amministrazione. Un vero e proprio balzello per le aziende che vogliono lavorare con quest'ultima»...continua


Convegno Asmecomm il 25 giugno a Napoli INNOVAZIONE NEGLI APPALTI
Si preannuncia ricco di spunti e di proposte operative il Convegno "INNOVAZIONE NEGLI APPALTI: Tra competenza e legalità" in programma il prossimo 25 giugno a Napoli presso la sede dell'Università degli studi di Napoli Parthenope nella cd "Palazzina Spagnola" alla via Acton n. 38 (adiacente piazza Municipio, v. mappa). Tema centrale del convegno sono le implicazioni operative per le imminenti "scadenze telematiche" che vedranno dal prossimo 18 ottobre l'obbligo esclusivo delle comunicazioni elettroniche per tutte le procedure di gara, nonché l'obbligo di DGUE elettronico. In tema di Appalti, durante la Tavola Rotonda "Troppe norme, nessuna norma. Colpa dell'Anticorruzione o della politica?" verranno affrontate le prospettive della Riforma Appalti tuttora in evoluzione alla luce del pacchetto di semplificazioni preannunciato dal governo in merito a Qualificazione delle Stazioni Appaltanti, Albo dei Commissari di Gara e rating d'impresa. Infine, ci sarà anche la cerimonia di proclamazione dei 100 RUP provenienti da tutt'Italia che hanno conseguito il diploma di Master Universitario in Project Manager della PA promosso dall'Università degli Studi Napoli Parthenope in collaborazione con ASMEL. Gli interessati a partecipare all'anno accademico 2018-2019, in questa occasione si potranno pre-iscrivere alla seconda edizione del Master.
Qui Programma e prenotazione | Qui mappa 


I COMUNI PUNTANO SULLA CENTRALIZZAZIONE TELEMATICA: ASMEL CONSORTILE SUPERA QUOTA 1.000
In occasione dell'Assemblea dei Soci convocata per lunedì 25 giugno a Napoli Asmel Consortile, la centrale di committenza in house promossa da ASMEL e costituita esclusivamente da Enti Locali, presenta conti in ordine ed in continua crescita. La società, che opera ininterrottamente da marzo 2013 ad oggi, vanta oggi 1012 Soci, 2592 gare pubblicate, per un transato di 1,7 miliardi di euro e risulta la prima Centrale espressione di Comuni operativa in tutt'Italia, grazie alla piattaforma telematica ASMECOMM che consente la gestione delle procedure di gara sia sotto soglia, con gli strumenti del MEPAL e dell'Albo Fornitori telematico, sia soprasoglia tanto per le gare ordinarie quanto per le procedure in economia che necessitano obbligatoriamente di un sistema centralizzato di negoziazione. Nonostante gli ondivaghi proclami del Legislatore, grazie alle buone pratiche sviluppate ormai da oltre 5 anni i Comuni Asmel sono già pronti ad affrontare senza difficoltà le imminenti "scadenze telematiche" che vedranno dal prossimo 18 ottobre l'obbligo dell'offerta telematica per tutte le procedure e dell'utilizzo del DGUE elettronico.


CANTONE-CONTE: PRONTI AD ACCELERARE SU COMMISSARI E QUALIFICAZIONE.
AI COMUNI IL COMPITO DI FARE RETE E RILANCIARE LA CENTRALIZZAZIONE TELEMATICA
La frenata sulla riforma appalti potrebbe portare ad una improvvisa accelerazione. Almeno è questa la linea promossa dal presidente ANAC Raffaele Cantone, dopo le schermaglie seguite all'insediamento del nuovo governo guidato dal prof. Giuseppe Conte. Nella relazione annuale presentata al Senato il Presidente dell'Autorità ha chiesto di giudicare il nuovo Codice dopo che sarà dato il via libera ad alcuni provvedimenti attuativi frenati "per ritardi e resistenze dentro e fuori il precedente governo"; tra questi l'Albo dei Commissari di Gara, il rating d'impresa e la qualificazione delle Stazioni Appaltanti. Due su tre hanno una chiara impronta dirigista e centralista e tendono a esautorare le amministrazioni locali dalla gestione delle procedure di gara e a ridurre drasticamente le stesse Stazioni Appaltanti di tre quarti per i lavori (da 12.000 a 3.000) e di 4/5 per servizi e forniture, da 25.000 a 5.000. L'ANCE continua a manifestare tuttavia le proprie perplessità, secondo il presidente dei costruttori edili Gabriele Buia il nuovo Codice "doveva introdurre nel mercato dei lavori pubblici criteri di efficienza e di trasparenza: cosa che non è ancora avvenuta". Che il dirigismo e l'efficienza possano convivere resta tutto da vedere ma la strada, stando ai proclami, sembra tracciata, ai Comuni non resta che fare rete e, come dimostra il modello ASMECOMM, creare sinergie dal basso per non farsi trovare impreparati.
Qui la Relazione ANAC


MEPAL: A GENNAIO BOOM DI REGISTRAZIONI 2.850 AZIENDE ISCRITTE IN UN SOL MESE
Come noto, da inizio anno è divenuta operativa la nuova versione del MEPAL, il Mercato Elettronico della PA Locale sulla piattaforma ASMECOMM. In meno di un mese si sono iscritte già 2850 aziende con i più svariati prodotti: dalla cancelleria all'informatica, dai fuochi pirotecnici alla riscossione, ai servizi di pulizia, arredi e complementi, riparazioni e vendita di autoveicoli, mensa, servizi di formazione ed assistenza, ecc. Il boom di registrazioni si spiega con la forte massa di aziende iscritte all'ALBO FORNITORI (oltre 40.000), che si ritiene provvederanno ad abilitarsi rapidamente anche su MEPAL.


RUP PROJECT MANAGER PERCORSO FORMATIVO GRATUITO CERTIFICATO 1.500 ISCRITTI CON LE ISCRIZIONI ANCORA APERTE!!!
Ha preso il via a dicembre scorso il percorso formativo Project Management per RUP a norma UNI 11648:2016 che comprende il Corso di 40 ore online (28 di lezioni online e 12 di esercitazioni ed esame finale) e l'iscrizione nel Registro di Organismo di Certificazione riconosciuto ACCREDIA (Unico Ente Italiano di Accreditamento). Il Corso ha già riscosso molto successo con oltre 1.500 prenotati di Comuni, Province, Regioni, Città metropolitane che provengono da tutt'Italia. Una vera e propria Community che sul sito consente anche lo scambio di idee, link, notizie, documenti, esperienze e conoscenze tra i partecipanti. Ricordiamo che è ancora possibile iscriversi compilando la scheda di pre-iscrizione. Allo scopo di garantire la qualità delle attività di formazione, le iscrizioni al Corso sono a numero programmato e la priorità è determinata dalla data di iscrizione. Per info scrivere alla casella mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
>> Qui il sito RupManager
>> Scheda di preiscrizione


ASMECOMM: NUOVA FUNZIONALITÀ PER U.RE.GA
U.RE.GA Per le procedure negoziate di affidamento di Servizi Tecnici di importo inferiore a 100mila euro per i Comuni della Regione Sicilia è possibile, attraverso la specifica funzionalità dell'Albo Fornitori e Professionisti presente su www.asmecomm.it, limitare la selezione dei soggetti da invitare ai soli professionisti iscritti contestualmente all'Elenco dell'U.RE.GA. Come è noto, per tutti i Comuni della Regione Sicilia è altresì vincolante la disciplina nazionale relativamente all'affidamento di Beni e Servizi e di Lavori. Il ricorso all'U.RE.GA per la valutazione delle offerte non esonera gli stessi dall'obbligo di centralizzazione delle procedure di cui agli art. 36 e 37 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m. e i., vigente su tutto il territorio nazionale. Pertanto, è necessario procedere facendo ricorso ai sistemi centralizzati (MEPA, MEPAL, ASMECOMM ecc.) per tutti gli importi superiori a 40mila euro e fino alla Soglia UE per Beni e Servizi e per gli importi ricompresi tra i 150mila e 1 milione di euro per i Lavori. Per gli importi di Beni e Servizi sopra soglia UE e per i lavori di importo superiore a 1 milione di euro è obbligatorio svolgere interamente la procedura di gara attraverso la Centrale di Committenza. Si precisa che fino a 2 milioni di euro la Commissione può essere interna ovvero nominata tramite l'Albo Esperti ASMEL; se l'importo dei lavori supera i 2 milioni di euro la nomina della Commissione di Gara, ai sensi della Legge Regionale n. 12/2011, va invece fatta attraverso l'U.RE.GA.


"IL BORGOMASTRO E IL CANCELLARIO" LIBRO IN OMAGGIO AI SINDACI SOCI ASMEL
Per iniziativa dell'Associazione ASMEL è stato recentemente pubblicato il libro Il Borgomastro e il Cancellario - Storie di burocrazia ostruttiva. Presentato in anteprima nel corso del Convegno del 29 gennaio scorso, il volume raccoglie storie di vita di frontiera alle prese con la burocrazia raccontate in un romanzo non molto lontano dalla vita reale e dalla quotidianità di tanti amministratori. Per i Sindaci dei Comuni soci è possibile richiederne una copia gratuita scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


TOUR APPALTI 2018: SI PARTE CON IL PIEMONTE, A SEGUIRE MOLISE, PUGLIA, EMILIA E UMBRIA
Riprende il Tour Appalti con Oleggio (No) il 20 febbraio e Montenero di Bisaccia (CB) il 26 febbraio. In questa terza edizione del Tour promosso da ASMEL nelle diverse Regioni italiane, verrà data sempre maggiore attenzione alle novità apportate dal Decreto Correttivo n.56/2017 e agli indirizzi dati dall'ANAC: è questo il filone che avranno i prossimi appuntamenti con il Tour Appalti. Le prossime tappe in programma sono il Piemonte e il Molise, rispettivamente il 20 febbraio ad Oleggio (NO) e il 26 febbraio a Montenero di Bisaccia, seguiranno la Puglia, l'Emilia e l'Umbria con appuntamenti previsti nel mese di marzo. Per i Comuni che nei prossimi mesi volessero candidarsi ad ospitare un evento formativo è possibile segnalare la propria disponibilità all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
>> Oleggio 20 febbraio 2018 -> Qui Locandina e Prenotazione
>> Montenero di Bisaccia 26 febbraio 2018 -> Qui Locandina e Prenotazione 
>> Caserta 9 marzo 2018 -> Qui Locandina e Prenotazione


ACCESSI RECORD PER LE VIDEO-GUIDE ALLE LINEE GUIDA ANAC
ICentinaia di richieste in pochissimi giorni per l'accesso ai Videocorsi sulle Linee Guida ANAC. Nella nuova sezione, accessibile gratuitamente per tutti i Soci ASMEL, sono disponibile le Video-Guide sempre aggiornate per conoscere gli aspetti operativi delle Linee Guida ANAC emanate in attuazione del Codice dei contratti pubblici. Ciascuna Video-Guida, curata dall'avv. Vito Rizzo, consente, di analizzare le soluzioni da adottare, le criticità e gli aggiornamenti di volta in volta adottati dall'ANAC. Per accedere al servizio è sufficiente inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e richiedere il link di accesso ai contenuti in oggetto. 
>> Qui Locandina VideoGuide alle LG ANAC


SPORTELLO ANTICORRUZIONE

>> IL DUP 2018-2020 (VIDEOCORSO ED ISTRUZIONI OPERATIVE): L'ANAC ha evidenziato la mancanza di coordinamento operativo tra il PTPCT, il Documento unico di programmazione (DUP) e il Piano della Performance. Sul sito sportelloanticorruzione.it è disponibile il Videocorso per la predisposizione del DUP 2018-2020 corredato con le Istruzioni alla compilazione e lo schema di Delibera di Giunta per l'approvazione della proposta di DUP. Il corso fornisce le conoscenze per predisporre tale documento fondamentale nel processo di pianificazione dell'Ente, soprattutto per quanto riguarda l'esigenza di coniugare le scelte del mandato amministrativo con le necessità programmatiche triennali e annuali e con il cd sistema integrato dei controlli interni. Inoltre il corso è aggiornato alla Legge di Bilancio 2018 (comma 887) che prevede una ulteriore semplificazione con apposito decreto interministeriale da adottarsi entro il 30 aprile p.v. per i Piccoli Comuni che devono presentare annualmente il DUP semplificato.


>> WHISTLEBLOWING MODELLI PER LA SEGNALAZIONE E PROCEDURA La Legge n.179/2017, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.291 del 14 u.s., recante "Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato" recepisce le indicazioni ANAC finalizzate a rendere efficace l'istituto del "whistleblowing" nell'ambito dell'aggiornamento dei Piani triennali per la Prevenzione della Corruzione. Si segnala che sul sito sportelloanticorruzione.it sono disponibili gli schemi di Segnalazione di illeciti e irregolarità da parte dei dipendenti, Procedura di segnalazione e Delibera di giunta per approvazione procedura


Tutti i servizi della Community SPORTELLO ANTICORRUZIONE sono gratuiti per gli enti associati/associandi ASMEL. Per richiedere le credenziali di accesso gratuito scrivere alla casella mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

>>Qui sportelloanticorruzione.it
>> Qui la richiesta di attivazione


INNOVAZIONE NEGLI APPALTI E CENTRALIZZAZIONE SUSSIDIARIA 5 ANNI DI OBIETTIVI COMUNI
Il 29 gennaio a Napoli si è svolto il Convegno Asmel INNOVAZIONE NEGLI APPALTI E CENTRALIZZAZIONE SUSSIDIARIA: 5 ANNI DI OBIETTIVI COMUNI. Nell’occasione sono state illustrati i risultati raggiunti dalla Centrale di Committenza Asmel Consortile nel quinto anniversario della sua costituzione. Prima e unica Centrale di committenza a ottenere la certificazione ISO37001, lo Standard internazionale che attesta il rispetto della normativa anticorruzione...continua


IL COMUNE DI CASERTA ENTRA IN ASMECOMM CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DELLA CENTRALE Con delibera 208 del 30 novembre u.s., il Comune di Caserta ha deliberato la formale adesione alla Centrale di Committenza. Nell’inarrestabile flusso di nuove adesioni, quella di Caserta si caratterizza, non solo per la classe demografica, che la posiziona in cima alla classifica per numero di abitanti degli associati ASMECOMM, ma soprattutto per la condizione di Comune capoluogo. Per un Ente non obbligato alla centralizzazione della committenza, l’adesione rappresenta un riconoscimento all’efficacia ed efficienza della nostra azione.. ...continua


TOUR APPALTI 2017 – GLI INCONTRI SVOLTI
Anche le tappe più recenti del Tour formativo promosso da ASMEL hanno registrato la solita nutrita affluenza di funzionari e amministratori locali. Apprezzati gli interventi dei relatori tra i quali Battista Bosetti e Luigi Oliveri. Ricordiamo che è già possibile candidarsi ad ospitare un evento del Tour Appalti 2018 nella propria città che coinvolga anche gli altri Comuni della propria provincia o regione, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
>> Citta Sant'angelo -> Qui le foto
>> Conversano -> Qui le foto
>> Pastregno ->  Qui le foto
>> Vallesaccarda ->  Qui le foto
>
> Nuoro -> Qui le foto
>> Catania -> Qui le foto


ADEMPIERE O FUNZIONARE - IL BIGOTTISMO NORMATIVO BLOCCA LA CRESCITA
Il Forum Asmel "ADEMPIERE O FUNZIONARE" si svolge il prossimo 26 maggio a Napoli presso l'Hotel Ramada (adiacente alla stazione ferroviaria centrale).
Durante il Forum si presenteranno le nuove campagne associative Asmel a difesa della autonomia e della funzionalità amministrativa dei Comuni. Anche questa edizione prevede una sessione e un Question time sulle novità del decreto correttivo (d.lgs. 56/2017) al Codice dei contratti pubblici che, a un anno dall’entrata in vigore, in fatto di correzioni, batte ogni record con 570 modifiche sulla maggior parte dei 220 articoli che lo compongono!  
Qui l'INVITO
Qui il MODULO DI ADESIONE 


VIDEOCORSO GRATUITO- Obblighi e Responsabilità del RUP dopo il d.lgs. N. 56/17 a cura di L. Oliveri
Dal 20 maggio entrano in vigore le modifiche apportate dal decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56 (GU n. 103 del 5.5.2017) al Codice dei contratti pubblici.
Per garantire a tutti gli Enti regolarmente associati un aggiornamento costante e tempestivo sulle principali novità per le Stazioni appaltanti, Asmel rende disponibile il Videocorso a cura del Dott. Luigi Oliveri “Obblighi e Responsabilità del RUP. Cosa cambia dopo il d.lgs. N. 56/17”. Per prenotazioni entro il 17.5 scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 


Project Financing per efficientamento della pubblica illuminazione nei Comuni: partnership tra Asmel e Politecnico di Milano
ASMEL ha individuato nella Fondazione Politecnico di Milano il Partner qualificato per predisporre una procedura di partenariato pubblico privato per il programma SMART POLES ("Pali intelligenti") che  prevede la sostituzione  dei corpi illuminanti con nuovi a LED in grado di garantire notevoli risparmi energetici ed economici. A seguito delle sollecitazioni ricevute da oltre 200 enti locali soci, ASMEL ha individuato nella Fondazione Politecnico di Milano (Avviso pubblicato in GU SS n.27 del 6-3- 2017) il Partner qualificato per predisporre una procedura di partenariato pubblico privato ad evidenza pubblica attraverso la quale individuare i soggetti gestori e finanziatori del servizio. Il bando sarà attivato coinvolgendo gli associati su tutto il territorio nazionale interessati alla partecipazione, con una massa critica in grado di assicurare le migliori condizioni in termini di prezzo qualità. Per informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


La Carta dei Servizi ASMECOMM
12 gennaio 2017 - La Centrale di Committenza in house ASMEL Consortile, consente agli Enti Soci - Comuni e loro forme associative anche formalmente costituite come centrali di committenza - di operare attraverso le piattaforme per le gare online www.asmecomm.it e di utilizzare eventuali servizi aggiuntivi di committenza a integrazione e supporto di quelli già posseduti, senza oneri e in completa autonomia. E’ on line la Carta dei Servizi di Asmel Consortile, dove sono illustrati tutti gli strumenti messi a disposizione agli associati e che consentono di operare in chiave sussidiaria e in linea con gli standard di efficienza e trasparenza richiesti dal Codice dei Contratti pubblici e della Direttive Ue.
Qui la Carta dei Servizi Asmel Consortile


30 GENNAIO P.V.: SCADENZA ISCRIZIONI AL 1° MASTER UNIVERSITARIO PER PROJECT MANAGER DELLA PA
12 gennaio 2017 - Il 22 dicembre scorso, il Rettore dell’Università degli studi di Napoli Parthenope e il Segretario generale ASMEL hanno sottoscritto la Convenzione che consente, al personale in servizio degli enti associati, la partecipazione gratuita al Master per Project Manager della PA con inizio a febbraio prossimo.
Il Master universitario di primo livello si svolge in modalità blended (può essere perciò seguito anche solo in via telematica) e rilascia qualifica accademica. Esso definisce una figura gestionale in grado di intervenire a tutto campo nei diversi segmenti del ciclo degli appalti pubblici, coerentemente con i requisiti di capacità professionale prescritti dalle Linee guida ANAC n. 3/2016 (GU n. 273 del 22 novembre 2016) che prevedono espressamente le competenze di project management in capo al Rup e/o al supporto esterno consulenziale al Rup.
Inoltre è prevista la corresponsione di borse di studio anche per giovani laureati residenti negli enti associati.


Il Tour Appalti in Lombardia
10 novembre 2016 - Si svolge martedì 15 novembre a Palestro (Pv) la nuova tappa del Tour formativo promosso da ASMEL su tutto il territorio nazionale per fare il punto sulle principali novità del Codice e dei primi provvedimenti attuativi. L'incontro è di taglio operativo e ripercorre l'iter delle procedure di gara attraverso simulazioni concrete e l'esame di specifica modulistica. A sei mesi dall'entrata in vigore del D.lgs. n. 50/2016 e, ancor più alla luce dei primi provvedimenti attuativi di ANAC e MITT e della prima giurisprudenza, è fortemente avvertita a livello locale la necessità di procedere a un tempestivo aggiornamento considerato anche il crollo degli appalti sull'intero territorio nazionale. Ricordiamo che è possibile candidarsi ad ospitare un evento nella propria città che coinvolga anche gli altri Comuni della propria provincia o regione. Qui la Locandina


Forum ASMEL Appalti: il primato del modello Asmecomm
10 novembre 2016 - Grande partecipazione al FORUM ASMEL di lunedì 7 novembre presso l'Hotel Ramada di Napoli. Al centro dell'attenzione, l'atteso intervento di Antonella Nicotra, Ufficio legislativo del Ministero Infrastrutture e componente della Cabina di Regia sul Codice Appalti, che ha illustrato i provvedimenti attuativi del nuovo Codice e anticipato importanti novità, in particolare sugli emanandi Decreti sui livelli di Progettazione, sulle Pubblicazioni e sulla Qualificazione delle Stazioni Appaltanti e delle Centrali di Committenza, i cui requisiti sostanziali dovranno tener conto della capacità aggregativa e del modulo organizzativo (i.e. le società in house sul modello di Asmel Consortile), differenziando i livelli di qualificazione su base territoriale: nazionale, sovra-regionale, ecc, per consentire ai Comuni non capoluogo di gestire le gare per tipologie ed importi crescenti a seconda dell'ambito di qualificazione. Antonella Nicotra ha evidenziato che «i requisiti richiesti tendono a valorizzare lo sviluppo della modalità telematica quale strumento di gestione degli appalti, settore nel quale Asmel ha già anticipato i tempi, rappresentando un'esperienza innovativa a livello nazionale». L'arch. Bernardino Primiani, Presidente nazionale UNITEL ha rappresentato l'opportunità di azioni sinergiche con ASMEL, ai fini di una maggiore efficacia ed efficienza del procurement pubblico. Francesco Pinto, Segretario generale ASMEL, ha presentato assieme al Pro Rettore dell'Università agli Studi di Napoli Parthenope, il Master universitario per Project Manager pubblici che partirà a inizio anno e l'accordo che consente la partecipazione gratuita dei Soci grazie all'accollo delle rette da parte di ASMEL, vista la stretta attinenza dei contenuti del Master con le esigenze di qualificazione delle Stazione appaltanti. Pinto ha rivendicato con orgoglio la lungimiranza dell'Associazione nella scelta di promuovere ASMECOMM, già a inizio 2013, prima e tuttora unica Centrale di Committenza dei Comuni di rilievo nazionale. In meno di 4 anni di attività, la Centrale ha predisposto migliaia di procedure di gara per un totale di un miliardo di euro. Nonostante l'iniziale coro unanime di critiche con tentativi interessati di porre in discussione la stessa legittimità della Centrale, oggi tutti, a partire da ANAC, ne riconoscono il buon diritto ad operare ed i risultati conseguiti con l'applicazione diffusa delle piattaforme telematiche, che hanno garantito speditezza, semplificazione e trasparenza. Qui foto ricordo


Asmecomm: Accesso al credito
10 novembre 2016 - In aumento l'esigenza da parte delle Pubbliche Amministrazione di accendere mutui o richiedere finanziamenti presso istituti di credito a copertura dei debiti e delle passività contratte. Nel programma di riorganizzazione della gestione finanziaria le Amministrazioni devono necessariamente ripianare le obbligazioni non assolte, specie quelle conseguenti il mancato pagamento dei fornitori o le spese derivanti da pronunce passate in giudicato, in cui è risultata parte soccombente. San Mango Piemonte, ha scelto Asmecomm per il supporto nella gara per l'affidamento dei servizi finanziari, relativi alla concessione mutui a tasso fisso, di importo pari ad euro 427.512.


Asmecomm: Efficientamento energetico
5 novembre 2016 - Nelle Amministrazioni locali il settore della pubblica illuminazione è caratterizzato da un eccesso di consumi di energia elettrica, sproporzionati rispetto alla qualità del servizio offerto agli utenti. L'attuale esigenza degli enti locali è quella di ottenere un miglioramento degli impianti già esistenti, attraverso interventi di riqualificazione e potenziamento ed una maggiore efficienza energetica attraverso la progettazione e la realizzazione di nuovi impianti. In concreto, molte amministrazioni registrano oggettive difficoltà nel perseguire i predetti obiettivi, difficoltà riscontrate già in fase di affidamento del servizio, nell'individuazione degli operatori economici aventi i requisiti necessari a soddisfare le predette esigenze. Casaluce ha scelto Asmecomm per avere un reale supporto nella gara aperta per l'espletamento di lavori di efficientamento energetico della pubblica illuminazione, di importo pari ad euro 1.289.658,97.


Grande partecipazione in Sardegna per il Convegno ASMEL a Terralba
26 ottobre 2016 - Grande affluenza da ogni angolo della Sardegna al Convegno promosso da Asmel lo scorso 25 ottobre a Terralba in provincia di Oristano. La giornata di aggiornamento sul nuovo Codice degli Appalti e sui relativi provvedimenti ha avuto come relatori il Segretario generale di ASMEL Francesco Pinto, l'avv. Vito Rizzo, esperto ASMECOMM in contrattualistica pubblica e Battista Bosetti, fondatore di Bosetti&Gatti e consigliere d'amministrazione della Centrale di committenza ASMEL Consortile. Nel suo indirizzo di saluto il sindaco Pietro Paolo Piras ha sottolineato la grande attesa dei Comuni sardi per quello che si è rivelato un confronto utile e costruttivo sullo stato dell'arte in materia di Appalti pubblici. Qui foto ricordo 


Le Unioni di Comuni sulle piattaforme telematiche Asmecomm
06 ottobre 2016 - Il sistema ASMECOMM apre alle Unioni di Comuni. La disciplina introdotta dal nuovo Codice degli Appalti sulla centralizzazione degli appalti da parte dei Comuni non capoluogo, infatti, rende obbligatorio anche per le Unioni di Comuni costituitesi come Centrali di Committenza l'utilizzo di strumenti telematici centralizzati.
In altri termini, non è più sufficiente aggregare le procedure mediante le Micro-Centrali se queste non operano con strumenti telematici certificati. A ciò si aggiunge l'esigenza di potersi avvalere di un supporto consulenziale specialistico nelle diverse fasi della procedura di gara, sia da un punto di vista tecnico che legale. Alla luce di questa esigenza, la Giunta per il controllo analogo di Asmel Consortile ha approvato una mozione con la quale si riduce il costo dell'acquisizione della quota societaria da parte delle forme aggregative comunali a 0,015 euro ad abitante. In questo modo i Comuni potranno aderire alla Centrale e promuovere l'adesione della loro forma aggregativa territoriale con un contributo estremamente ridotto. I Comuni, se vorranno, potranno gestire le funzioni di gara in forma aggregata nell'ambito della rispettiva Unione, ma attraverso l'adesione dell'Unione stessa ad ASMECOMM, potranno consentire alla stessa di operare in modalità telematica in linea con le prescrizioni del nuovo Codice e avvalendosi di tutti gli strumenti operativi messi a disposizione da parte della Centrale di Committenza in house. 



>>
Archivio NEWS